martedì 20 luglio 2010

Amarcord tra monti e mare



Stamani sono uscito in perlustrazione tra monti e mare, ripide salite e altrettante discese tra i campi che sbucano improvvise di fronte al mare, tra Monte Somma e Vesuvio alle spalle e il mare della litoranea di Torre del Greco, e poi verso la Marina del Sole di Torre Annunziata.

Chi muove dai paesi vesuviani dell’entroterra, Terzigno, San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, per raggiungere il mare più vicino e a buon mercato, deve salire prima verso il Vesuvio di spalle al Monte Somma, lasciando sulla sinistra salendo, i paesi di Boscoreale, Boscotrecase, Trecase, figli in origine certamente di uno stesso antico agglomerato di case, poi frammentato in altri piccoli agglomerati dai nomi molto simili.

La salita ha carattere di scoperta, di svelamento; l’orizzonte dall’alto si colora dei colori del mare, e più da vicino dei colori della spazzatura, che generosa e abbondante è lasciata da mani ignote lungo tutto il corso della strada.



Da questa postazione di avvistamento sono sospeso tra terra e mare; dal lato della montagna mi incanta il verde e la bellezza dei campi coltivati a viti d’uva generosa, e da alberi da frutto come le albicocche preziose e dolci; non mancano i pomodori, piccoli e appuntiti, forse il prodotto più amato e ricercato di questi campi assolati, che di sera risuonano del frinire delle cicale, come nelle belle pagine de “La provincia addormentata “ di Michele Prisco, scrittore nato a Torre Annunziata, che con questo romanzo attirò l’attenzione della critica - dal lato del mare, la terra scende a gradoni verso il mare.

I pini e la macchia mediterranea incastonano il paesaggio in uno scrigno; ma non è prezioso, è solo caro alle proprie radici.






A questa altezza è la ristorazione il dominus; una interminabile sequenza di sale per sposalizi, cresime, comunioni e battesimi, tengono botta a onta dello sporco e dell’incuria che non si concilia con il paesaggio, che non sai spiegarti in nessun modo.

Non dovrebbero esserci i rifiuti in nessun luogo, e né soprattutto qui.

Avverto un senso di provvisorietà, di incerto baricentro esistenziale; muri cadenti, ringhiere rugginose che hanno visto tempi migliori, tanti campi anche vicini a sontuosi ristoranti con prato verde e fontane, sono abbandonati e deserti di mani che potano, che zappano, che sradicano l’erba molesta che si infiltra in ogni dove.

Le fontane zampillanti di freschi scrosci dominano in molti di questi locali, nati negli ultimi anni con lo scopo di accogliere le folle tumultuanti delle cerimonie; lo sguardo non sa stare fermo, salta da un punto all’altro intercettando casette rurali mal costruite e sicuramente abusive, e rettangoli di campagna recintata con alte mura e ringhiere appuntite, schermate da teli verdi ombreggianti che non lascia filtrare lo sguardo verso l’interno.

E’ un luogo di forti contraddizioni, dove non ritrovi ciò che hai perso nel bailamme del tempo incombente, frustrante e opaco di luce, ma ulteriori motivi di scosse, per come l’ambiente ferito reclama una tregua.

Anche per me reclamo una tregua, e così speranzoso dirigo verso il mare.

I monti che amo, e il Vesuvio gigante alchemico mi hanno lasciato l’amaro in bocca.

Così prendo per il mare.

Il mare, il sogno di quando ero bambino.

Le mani sono le stesse, l’incuria e l’abbandono anche.

La fascia costiera che parte da Rovigliano dove termina la sua corsa il fiume Sarno, con i suoi colori marrone, è un lungo devastante elenco di sozzure, che non riesco bene a compilare. E me ne scuso.

Sono attonito, o forse in trance. Luoghi bellissimi incastrati con sapiente cesello tra terra e mare, sono diventati cadaveri esalanti l’ultimo respiro; il mare coraggioso con i suoi flutti perenni lambisce coste zeppe di sozzure, dove le buste di plastica e le bottiglie vuote, sono ingredienti costanti della vista; fogli di giornali sporchi e laceri forse usati dalle coppie in cerca di riparo svolazzano come farfalle per l’aria, mentre i piedi incontrano ostacoli al calpestio.

L’acqua del mare non riesco a stabilire di quale colore sia; una chiazza molto grande marrone, forse rigurgito beffardo di cloaca, svetta puzzolente al centro dello specchio d’acqua in prossimità dei lidi, dove i bagnanti si dispongono al sole.

Per arrivare dove sono in questo momento in cui prendo appunti, ho attraversato i campi che dalla strada Via Nazionale diretta verso Torre del Greco, in località Santa Maria La Bruna, sbucano sulla sottostante Litoranea.

Antiche costruzioni di impianto settecentesco con bei portali in pietra vesuviana svettano al centro di queste, che in origine erano grandi masserie rurali, dove negli ultimi anni le colture dei fiori in serra rappresentano la risorsa principale.

Ma il degrado è grande, oscura il cuore.

E anche i fiori, dicono, non esalano più profumi, nel senso che il settore è in crisi, dovendo lottare con i rincari dei costi fissi contro nazioni europee più competitive, e anche chi costruiva serre, ha dovuto riciclarsi in altri mestieri.

Molti locali e ristoranti di un tempo, attendono restauri, la salsedine arreca danni alle costruzioni più vicine alla linea del mare, mangia il ferro che diventa nero di ruggine, sbreccia gli intonaci, corrompe le mura di tufo.

Vado verso Torre Annunziata, da dove Giancarlo Siani, coraggioso, inviava “ pezzi “ pagati a caro prezzo, verso Napoli, verso Il Mattino.

Il corso principale, è ostruito da lavori stradali, così devio a sinistra tra budelli di vicoli senza luce, dove l’alterco di voci di donne è ferita, rompe la piatta monotonia di questo giro.

Destra e sinistra, poi in fondo a diritta, sono arrivato sul porto.

E che porto, poche imbarcazioni, poca vita, poco di tutto.

E i lidi della mia infanzia; Santa Lucia, Eldorado, Lido Azzurro, il più amato, il più desiderato, dove i corpi avidi di sole riposavano sulla sabbia nera vulcanica, prima di immergersi nelle acque non ancora marroni.

Sull’estremità del porto, vicino al faro, i miei amici abili nuotatori si tuffavano spavaldi, mentre restavo ad osservarli in quelle acque amate ma mai frequentate bene come loro.

C’è ancora, incredibile, la spiaggia libera, allora chiamata “ lido Mappatella “ dove entravano folle sciamanti; intere famiglie provviste di ogni pietanza e mercanzia da esporre e consumare sotto grandi ombrelloni a colori.

Una rete metallica divideva le due spiagge, e molti, via mare tentavano di infiltrarsi nel lido vicino, in cerca di conoscenze femminili, perché ben provvisto, tentando di scansare i guardiani che riconoscevano gli “ stranieri “.

Oggi, il lido “ Mappatella “ vero e proprio non c’è più, pochi ombrelloni però ancora resistono sulla linea di sabbia più vicina all’acqua, dove grandi cartelli da quando ho iniziato il giro marino, dicono a chiare lettere “ Vietato la balneazione “.

Il Lido azzurro è ancora molto frequentato, perché si è riconvertito, con piscine a cui abbina l’elioterapia, e così vedo molte mamme mentre attraversano la strada con i figli piccoli, dirigersi alla cassa.


Dalla piazza antistante i lidi, partivano in quegli anni, 1965/67/68 grandi pulmann pieni all’inverosimile di ragazzini, tra cui io, mamme, sorelle, cugine, qualche padre, diretti sulla via del ritorno ai paesi da dove sono partito stamattina per questo giro nei luoghi che ancora ci appartengono, nonostante tutto, e il brutto che avanza come l’alta marea.

Categories

abisso (1) abitazioni fatisccenti (1) abusi dei media (1) abusivismo (1) abuso sui minori (1) accoglienza (2) acque cristalline (1) Addio al filosofo Aniello Montano voce limpida e possente (1) adriano celentano (1) Agerola (1) Agosto (1) Agosto dei fuochi (1) aids (1) aiuto (2) alberi millenari (1) alchimia (1) alcool (1) ambiente (6) amicizia (1) Angrisano (1) anni sessanta (1) antichi borgi (1) antologica ugo marano al frac (1) Antonio Ciraci (1) Antonio Davide (1) approfondimenti tematici (1) Archeo Club 1989-2009: un ventennio di febbrile attività (1) archiettura (1) Area 24 art gallery (1) arte contemporanea (1) Arte e Ambiente (1) arte e emergenze ambientali (1) ArteCinema 2013 (1) arti visive (2) Artiaco 2014 (1) artisti solitari (1) arturo ianniello (1) Aspettando Obama (2) Augè (1) Autori e lettori dietro le sbarre (1) avanguardie (1) bambini (1) banca (1) Battisti (1) Benoit Conort (1) bohème (1) Boris Pahor: bisogna imparare a rispettare il corpo degli altri (1) brulichio dell'azzuro (1) bruno giordano (1) Buon lavoro Presidente (1) buonabitacolo (1) cagliari come sarno (1) camera oscura (1) campi di calcetto (1) Campi Flegrei (1) cani e gatti (1) cani senza nome (1) cantautori (1) carte trasparenti scenari (1) Castel dell'Ovo (2) Castellabate (1) Castello dell'Abate (1) Castello Monastero di Casaluce (1) cecchini (1) Cézanne (1) cicli (1) Cilento (1) cimitero (1) cinema (1) Circoli Artistici (1) Ciro Vitale (1) ciro vitiello (1) Come la passione (1) Compagni di strada (1) Conferenza e Mostra di Arturo Casanova (1) conflitto nei Balcani (1) contaminazioni (1) contestazione (1) contesto storico (2) convegno a Nola (1) convegno su Nitsch (1) corpi violati (1) corpo a corpo (1) Correale (1) costume (1) crisi (1) cronaca nera (1) Crotone (1) cubismo (1) cultura (2) cultura americana (1) Dalla pittura allo schermo (1) dalla terra dei fuochi (1) dalla terra dei fuochi performance museo civico roccarainola (1) degrado (1) delitto Avetrana (1) desaparecido (1) design (1) devastazione ambientale (1) di mezzo il mare (1) Diana D'Ambrosio e Franco Tirelli al Summarte di Somma Vesuviana (1) dimenticati (1) diritti umani (1) Disturb Scafati (1) dittatura (1) dittature (1) diversità (1) divertimento (1) dolore (1) Domenico (1) Domenico Fatigati ad Aversa. Altri Luoghi (1) Domenico Modugno (1) Donne in carne ed ossa (1) Dorfles (1) durata (1) edgar morin (1) editoria (1) Elogio del Cantar Storie di SalvatoreCasaburi (1) emarginazione (1) emergenza ambientale (1) emergenza cagliari (1) Emilio Villa (1) enti di natura (2) Enzo Cucchi (1) Enzo Marino (2) enzo rega (1) Equilibrio Compositivo di Fatigati (1) ercolano (1) ernesto de martino (1) Ernesto Terlizzi (1) eruzioni (1) ESENIN (1) esoterismo (1) esperimento culturale (1) EST MEMORIALE (1) estrazione contadina (1) esule (1) extracomunitari (1) Fabio Donato (1) Falleria La Conchiglia di Torino (1) faro (1) Fatigati (1) Fatigati alla Feltrinelli (1) Favara (1) febbraio 2015 (1) fede cieca (1) ferie (1) Ferro 3 (1) Fieramosca (1) film e documentari sull'arte (1) filosofia (1) fiordo (1) Fondazione Morra (1) Forma Artis (1) fosse comune (1) fosse comuni (1) foto ingannevoli (1) fotografia (5) franchismo (1) franco capasso (3) franco capasso poeta in chiarissima luce (1) frontiera (1) fuga (2) funerali (1) futurismo (1) Gaetano Romano (4) Gallo. (1) garcìa lorca (1) genio (1) genius loci (1) gente di rispetto (1) geometrie del vedere (1) Gerolamo Casertano al Pan (1) Gezim Hajdari: il corpo (1) Gibellina (1) Gines Vincente Fernandez (1) Giorgio De Chirico e 36 Artisti Contemporanei a TELAVIV (1) giugno popolare vesuviano (1) GiugnoPopolare Vesuviano (1) Giulio e Danilo De Mitri al FRAC (1) gomorra (1) guerra civile spagnola (1) Hommage au festval Polyphonix (1) i festival multiartistico (1) i giri d'angolo di salvatore violante a san giuseppe vesuviano (1) Iazzetta (1) il coraggio della poesia (2) IL CORPO E L'ANIMA (1) Il Futurismo (1) Il killer silenzioso (1) il laboratorio di Vittorio Avella (2) Ilia Tufano (1) illuminazioni (1) Imagocollettiva di artisti (1) incidente (1) incisioni (1) India 70 (1) infanzia (2) Informazione (9) Ingeborg Bachaman (1) inquinamento (1) installazioni (1) isabella nurigiani (1) joe lansdale (1) killer senza nome (1) Km 1720 (1) Kouros Aversa (1) l'aldilà (1) l'artista e il suo travaglio (1) L'Eleganza Discreta della Tecnica (1) l'elmo (1) L'Inquieta Giovinezza (2) L'occhio dell’ arte (1) L’amara scienza di Luigi Compagnone (1) L’isola che aspetta (1) l’orfano (1) L’uomo essere naturale (1) la barca/piroga e altre storie (1) la belva (1) la donna senza volto (1) La Memoria dell'Oblio (1) La notte volgeva verso l’alba (1) La piovra è ovunque (1) la poesia (1) la solitudine dello scrittore (1) Laboratorio Creativo 1974/1976 (1) lager nazisti (1) lago d'Averno (1) lava (1) lavoro nero (1) le protagoniste femminili (1) legalità (3) Leone d'Oro Venezia 2013 (1) Leopardi e Chopin nei loro rapporti con i genitori (1) Lessio e Fatigati (1) lettera di franco capasso a jean-charles vegliante (1) Letteratura (6) libertà (1) liceo E.Medi di Cicciano (1) Liceo Parmenide (1) liliana borriello (5) lingua di fuoco (1) Longobardo (1) luce e materia (1) luci della memoria (1) Ludovico Corrao (1) Luigi Fontanella (1) Luigi Ghirri (1) Luisa Bossa (1) luoghi (3) mafia (1) Maggio 2005 (1) maggio 2014 palazzo mediceo ottaviano (1) Magnani (1) malattia mentale (1) Maram (1) Maram al-Masri (1) Marcello Cinque (3) Marcianise-Caserta. (1) Maria Zambrano (1) Mario Lanzione al Frac di Baronissi (1) Mario Persico (1) Marte (1) Mathelda Balatresi (1) mediterraneo (1) Metart Maggio 2004 (1) Miche Sovente (1) mimmo beneventano (1) Mimmo Beneventano vittime di camorra (1) Mine in Fiore (1) minoranze (1) Miriam Makeba (1) missione dell'artista (1) morale (1) mostra a cura di Rosemarie Sansonetti Bisceglie (1) mostra area 24 art gallery napoli (1) mostra Franco Cipriano allo Spazio Zero 11 (1) Mostra l'Officina Calcografica Il Laboratorio di Nola alla Grafica Metelliana (1) mostre arti visive (1) munch (1) museo madre di Napoli (2) Museo Pino Pascali (1) nato a rocca (1) Nato di Vincenzo De Simone (1) natura astratta e informale (1) Natura Reale di Felix Policastro (1) Nel vento solare della luce (1) nicola oddati (1) Nola (1) Non ci fu appello (1) Non colpite Selim (1) non-luoghi (1) notti di solstizio (1) Obama (1) occidente (1) oppositori (1) Orestiadi (1) oriente (1) Oriundi Superfici Sotterranee Maria Eudòxia Mellào (1) oscillazioni del gusto (1) ostinazione (1) ottavian art festival (1) Ottaviano (1) Paesaggi (7) paesaggio (1) Pagea Art (1) palafitte (1) palazzo mediceo ottaviano (1) paolo naldi (1) parigi (1) parola (1) Pasolini (1) Pasquale Cappuccio (1) pedofilia (1) Peppe Pappa (1) performace al museo civico roccarainola (1) Pier Paolo Patti e Ciro Vitale al DISTURB Scafati (1) pino daniele (1) pippo del bono (1) piromani (1) pittura (1) poesia (2) poesia contemporanea (1) poeta scomparso (1) poeti (1) Poeti dietro le sbarre (1) Polignano a Mare (1) Politelli (1) presentazione catalogo Carmine Di Ruggiero (1) Prigioniera dei colori (1) Prigionieri dei colori (1) Primavera dell'arte (1) principe di San Severo (1) profondità (1) profondo Sud (1) Progetti Minimi (1) provocazione (1) psiche (1) pubblico e privato (1) pulizia etnica (1) quaderno (1) quadrelle (1) qurantennale de La Roggia (1) radici (1) raffaele cantone (1) raffaele falcone (1) Rauschenberg (1) renato barisani (1) ribellione (1) Riccardo Dalisi (1) ricerca (1) rifiuti (1) rifiuto (1) rigenerazione (1) riscatto (1) risorgere alla vita (1) roberto saviano (3) rom (1) Rosaria Iazzetta (1) Rosario e Luigi Mazzella in dialogo con le Matres (1) rosarno (1) Rossellini (1) Sacro GRA di Gianfranco Rosi (1) saggistica (1) salento (1) salvaguardia (1) Salvatore Violante (1) Sassi di Matera (1) scavi archeologici (1) sciagura abruzzo (1) scomparsa Angelo Vassallo (1) Scomparsa Camillo Capolongo (1) Scritti d'Arte (14) Scritti di Prisco De Vivo (3) scultura contemporanea (1) scuole (1) secondo appuntamento con il Futurismo a Nola (1) sfruttamento (3) SIANI REPORTAGE PRIZE 2013 (1) sisma abruzzo (2) sociale (1) sogno (1) solidarietà (2) Solo per giustizia (2) Sotto gli occhi di tutti (1) sperimentazione (1) Sperimentazione Plastiche (1) Sperimentazione Plastiche e Resine (1) Sperimentazione Resine (1) spoliazione (1) stagioni (1) storia e internazionalità. al Tamarin Business Center (1) storie di artisti (1) storie di donne e d ribellione (1) strage (1) Suketu Mehta (1) Summarte (1) Sylvia Plath (1) Taide (1) teatro (1) teatro popolare campano e meridionale (1) Telemachos Pateris : Il Labirinto della Memoria (1) Terra de Fuochi (1) terra del rimorso (1) terra madre (1) terremoto abruzzo (3) territorio (1) testo critico (1) Togliere il nome alle cose (1) transitory (1) Tuba (1) turismo (1) Tutto il mio folle amore (1) ulivo (1) Un legittimo pensiero (1) un poeta in viaggio (1) Un volto e un nome (1) unacoppiadi artisti in viaggio (1) unicità dello stile (1) Vallo della Lucania (1) veggente dell'arte (1) Venturo (1) viaggio (1) villaggio (1) vIncenzo de simone (1) vini (1) violenza (1) visi parlanti (1) Vittorio Avella (1) voci dal carcere (1) Voci dalla terra vesuviana (1) Volti di donna nella vita di G. Leopardi e F. Chopin (1) vulcano (1) Witkin (1) world social summit (1) XIII Edizione Land Art Campi Flegrei (1) xxi edizione festa del merlo maschio di Saviano (1)