martedì 9 settembre 2008

Il fiume morente

Fa parte dell’ambiente, dunque del paesaggio abitato dagli uomini.

Appare agli occhi esalante l’ultimo respiro il fiume Sarno, che prende il nome dalla omonima cittadina dove sorge dalle cavità della montagna, dove inizia il suo lento cammino attraverso i campi coltivati ad ortaggi dell’agro – e infine maleodorante e dai brutti colori degradanti verso il marrone, si getta a mare tra Castellammare di Stabia e Torre Annunziata.

Il lento degrado di un corso d’acqua, di un fiume, per le cause che ormai tutti conoscono e su cui sono stati spesi fiumi di inchiostro, di inchieste giornalistiche e televisive, è cosa che tocca tutti, soprattutto gli abitanti dei centri maggiormente colpiti dal suo inquinamento come Scafati, di cui attraversa a cielo aperto tutto l’abitato cittadino.

E dove sono stati riscontrati e documentati molti casi di malattie mortali, sicuramente connesse ai miasmi velenosi delle sue acque.

Ma nell’immaginario tocca tutti, perché in un certo senso il suo degrado è quello dell’ambiente in cui viviamo, e in cui scorre da secoli; ambiente aggredito da scarichi fognari indiscriminati, soprattutto delle industrie conserviere, ma anche dall’afflusso mefitico che riceve dalle acque del torrente Cavaiola, che a cielo aperto attraversa e corre parallelo ai paesi di Cava dei Tirreni e Nocera Superiore e Inferiore, gonfio dei veleni che provengono dalle concerie.

Alcuni anni fa Ermanno Rea, scrittore ed esperto giornalista di resoconti ambientalisti, documentò con i suoi scritti durante un lungo viaggio nella pianura padana, la lenta agonia del più grande fiume italiano : il Po.

Abusivismo edilizio, sbancamenti abusivi, furti di sabbia e erosione degli argini, scarichi violenti di portata inaudita di tutte le acque reflue della laboriosa pianura, hanno portato negli anni il grande fiume ad una lenta agonia.

Lungo i fiumi sono fiorite sin dall’antichità numerose civiltà, paesi, nuclei abitati e popolazioni che dal fiume traevano vita e sostentamento - notizie storiche riferiscono che nell’antichità lungo il fiume Sarno vi erano numerose ville patrizie, adibite a luoghi di villeggiatura.

Furono i Sarrasti, una popolazione pelasgica proveniente dal Peloponneso a chiamarlo Sarno, dopo averlo navigato e risalito le sue acque provenienti dal mare, fondarono anche città come Stabia, Nuceria ).

Lo storico Procopio di Cesarea, nel suo De Bello Ghotico, scriveva “ … il fiume non era molto largo, pur avendo sponde scoscese ed acque profonde, da non poter essere attraversato né dai fanti, né dai cavalieri “:

Da molti anni i fiumi da presenza di vita

sono diventati presenza di rovine, ospiti inquietanti.

Fino agli anni 60 e 70, il fiume Sarno godeva di buona salute, e riferiscono i vecchi abitanti dei paesi che attraversa, numerosi erano i controlli affinchè non si verificassero sversamenti di acque nere nelle sue acque.

Famosi nella mente dei più anziani, i pesci che vivevano nel suo habitat; a partire dalle mitiche anguille, dolci e saporite per la bianchezza delle loro carni.

Nel giro di due o tre decenni è stata fatta tabula rasa, e la vita ha finito di popolare le sue acque, che sono diventate per troppe responsabilità, acque di malattie mortali.

E’ una scena triste vedere in molti punti, prima che sfoci a mare, l’antico fiume narrato dai vecchi, ridotto a cloaca a cielo aperto, dove non sono rare carogne di animali, gomme d’auto, pezzi di legno, buste di plastiche – mentre una terribile morsa prende alla gola e alle narici.

E’ questo il destino dell’ambiente? E se è questo, perché non vengono individuati i responsabili e puniti severamente, senza rimpalli di responsabilità?

Negli ultimi anni, sotto la spinta di una forte indignazione e mobilitazione delle popolazioni più colpite, sono stati fatti dei passi avanti, con la costituzione della Autorità di Bacino del fiume Sarno, che ha messo in cantiere depuratori e griglie, e che nelle intenzioni dei politici dovrebbero essere i rimedi al male.

Io penso sia troppo tardi, il fiume Sarno non potrà tornare alle sue origini e rigenerarsi; la popolazione lungo il suo corso è cresciuta in misura esponenziale, e i paesi sono ridotti a formicai umani, le scorie sono troppe.

Sicuramente non c’è più tempo per prendersi cura del vecchio fiume morente, perché non c’è intenzione di prendersi cura di se stessi.

Il suo sbocco finale nei pressi di Rovigliano, è lo sbocco di un corpo morente, come sono morenti il paesaggio e alcuni luoghi intorno ad esso, dalla spiaggia che prende il nome dallo scoglio visibile da molte direzioni, luogo squallido di violenza e di stupri, da dove occorre stare lontani, scappare a gambe levate.

Fino agli anni 70 le spiagge di Torre Annunziata erano rinomate per la loro sabbia nera, e le acque chiare e trasparenti, la cittadina vesuviana era una stazione di villeggiatura dove arrivavano ogni estate tante famiglie da Napoli.

In un trentennio è come se fosse stato tutto bruciato, e delle infinite risorse di questi luoghi nulla è sopravvissuto.

Infine esprimo un desiderio, mi piacerebbe che un poeta dell’area intorno al fiume, lo eleggesse simbolicamente a narrazione nei suoi versi, così come fece Giuseppe Ungaretti con i molti fiumi a cui la sua esistenza si sentiva indissolubilmente legata.

Sarebbe un modo per tenerlo ancora in vita il fiume Sarno, il fiume delle dolci anguille e dei teneri gamberetti.

Categories

abisso (1) abitazioni fatisccenti (1) abusi dei media (1) abusivismo (1) abuso sui minori (1) accoglienza (2) acque cristalline (1) Addio al filosofo Aniello Montano voce limpida e possente (1) adriano celentano (1) Agerola (1) Agosto (1) Agosto dei fuochi (1) aids (1) aiuto (2) alberi millenari (1) alchimia (1) alcool (1) ambiente (6) amicizia (1) Angrisano (1) anni sessanta (1) antichi borgi (1) antologica ugo marano al frac (1) Antonio Ciraci (1) Antonio Davide (1) approfondimenti tematici (1) Archeo Club 1989-2009: un ventennio di febbrile attività (1) archiettura (1) Area 24 art gallery (1) arte contemporanea (1) Arte e Ambiente (1) arte e emergenze ambientali (1) ArteCinema 2013 (1) arti visive (2) Artiaco 2014 (1) artisti solitari (1) arturo ianniello (1) Aspettando Obama (2) Augè (1) Autori e lettori dietro le sbarre (1) avanguardie (1) bambini (1) banca (1) Battisti (1) Benoit Conort (1) bohème (1) Boris Pahor: bisogna imparare a rispettare il corpo degli altri (1) brulichio dell'azzuro (1) bruno giordano (1) Buon lavoro Presidente (1) buonabitacolo (1) cagliari come sarno (1) camera oscura (1) campi di calcetto (1) Campi Flegrei (1) cani e gatti (1) cani senza nome (1) cantautori (1) carte trasparenti scenari (1) Castel dell'Ovo (2) Castellabate (1) Castello dell'Abate (1) Castello Monastero di Casaluce (1) cecchini (1) Cézanne (1) cicli (1) Cilento (1) cimitero (1) cinema (1) Circoli Artistici (1) Ciro Vitale (1) ciro vitiello (1) Come la passione (1) Compagni di strada (1) Conferenza e Mostra di Arturo Casanova (1) conflitto nei Balcani (1) contaminazioni (1) contestazione (1) contesto storico (2) convegno a Nola (1) convegno su Nitsch (1) corpi violati (1) corpo a corpo (1) Correale (1) costume (1) crisi (1) cronaca nera (1) Crotone (1) cubismo (1) cultura (2) cultura americana (1) Dalla pittura allo schermo (1) dalla terra dei fuochi (1) dalla terra dei fuochi performance museo civico roccarainola (1) degrado (1) delitto Avetrana (1) desaparecido (1) design (1) devastazione ambientale (1) di mezzo il mare (1) Diana D'Ambrosio e Franco Tirelli al Summarte di Somma Vesuviana (1) dimenticati (1) diritti umani (1) Disturb Scafati (1) dittatura (1) dittature (1) diversità (1) divertimento (1) dolore (1) Domenico (1) Domenico Fatigati ad Aversa. Altri Luoghi (1) Domenico Modugno (1) Donne in carne ed ossa (1) Dorfles (1) durata (1) edgar morin (1) editoria (1) Elogio del Cantar Storie di SalvatoreCasaburi (1) emarginazione (1) emergenza ambientale (1) emergenza cagliari (1) Emilio Villa (1) enti di natura (2) Enzo Cucchi (1) Enzo Marino (2) enzo rega (1) Equilibrio Compositivo di Fatigati (1) ercolano (1) ernesto de martino (1) Ernesto Terlizzi (1) eruzioni (1) ESENIN (1) esoterismo (1) esperimento culturale (1) EST MEMORIALE (1) estrazione contadina (1) esule (1) extracomunitari (1) Fabio Donato (1) Falleria La Conchiglia di Torino (1) faro (1) Fatigati (1) Fatigati alla Feltrinelli (1) Favara (1) febbraio 2015 (1) fede cieca (1) ferie (1) Ferro 3 (1) Fieramosca (1) film e documentari sull'arte (1) filosofia (1) fiordo (1) Fondazione Morra (1) Forma Artis (1) fosse comune (1) fosse comuni (1) foto ingannevoli (1) fotografia (5) franchismo (1) franco capasso (3) franco capasso poeta in chiarissima luce (1) frontiera (1) fuga (2) funerali (1) futurismo (1) Gaetano Romano (4) Gallo. (1) garcìa lorca (1) genio (1) genius loci (1) gente di rispetto (1) geometrie del vedere (1) Gerolamo Casertano al Pan (1) Gezim Hajdari: il corpo (1) Gibellina (1) Gines Vincente Fernandez (1) Giorgio De Chirico e 36 Artisti Contemporanei a TELAVIV (1) giugno popolare vesuviano (1) GiugnoPopolare Vesuviano (1) Giulio e Danilo De Mitri al FRAC (1) gomorra (1) guerra civile spagnola (1) Hommage au festval Polyphonix (1) i festival multiartistico (1) i giri d'angolo di salvatore violante a san giuseppe vesuviano (1) Iazzetta (1) il coraggio della poesia (2) IL CORPO E L'ANIMA (1) Il Futurismo (1) Il killer silenzioso (1) il laboratorio di Vittorio Avella (2) Ilia Tufano (1) illuminazioni (1) Imagocollettiva di artisti (1) incidente (1) incisioni (1) India 70 (1) infanzia (2) Informazione (9) Ingeborg Bachaman (1) inquinamento (1) installazioni (1) isabella nurigiani (1) joe lansdale (1) killer senza nome (1) Km 1720 (1) Kouros Aversa (1) l'aldilà (1) l'artista e il suo travaglio (1) L'Eleganza Discreta della Tecnica (1) l'elmo (1) L'Inquieta Giovinezza (2) L'occhio dell’ arte (1) L’amara scienza di Luigi Compagnone (1) L’isola che aspetta (1) l’orfano (1) L’uomo essere naturale (1) la barca/piroga e altre storie (1) la belva (1) la donna senza volto (1) La Memoria dell'Oblio (1) La notte volgeva verso l’alba (1) La piovra è ovunque (1) la poesia (1) La radicalità dell'avanguardia di Stefano Taccone (1) la solitudine dello scrittore (1) Laboratorio Creativo 1974/1976 (1) lager nazisti (1) lago d'Averno (1) lava (1) lavoro nero (1) le protagoniste femminili (1) legalità (3) Leone d'Oro Venezia 2013 (1) Leopardi e Chopin nei loro rapporti con i genitori (1) Lessio e Fatigati (1) lettera di franco capasso a jean-charles vegliante (1) Letteratura (6) libertà (1) liceo E.Medi di Cicciano (1) Liceo Parmenide (1) liliana borriello (5) lingua di fuoco (1) Longobardo (1) luce e materia (1) luci della memoria (1) Ludovico Corrao (1) Luigi Fontanella (1) Luigi Ghirri (1) Luisa Bossa (1) luoghi (3) mafia (1) Maggio 2005 (1) maggio 2014 palazzo mediceo ottaviano (1) Magnani (1) malattia mentale (1) Maram (1) Maram al-Masri (1) Marcello Cinque (3) Marcianise-Caserta. (1) Maria Zambrano (1) Mario Lanzione al Frac di Baronissi (1) Mario Persico (1) Marte (1) Mathelda Balatresi (1) mediterraneo (1) Metart Maggio 2004 (1) Miche Sovente (1) mimmo beneventano (1) Mimmo Beneventano vittime di camorra (1) Mine in Fiore (1) minoranze (1) Miriam Makeba (1) missione dell'artista (1) morale (1) mostra a cura di Rosemarie Sansonetti Bisceglie (1) mostra area 24 art gallery napoli (1) mostra Franco Cipriano allo Spazio Zero 11 (1) Mostra l'Officina Calcografica Il Laboratorio di Nola alla Grafica Metelliana (1) mostre arti visive (1) munch (1) museo madre di Napoli (2) Museo Pino Pascali (1) nato a rocca (1) Nato di Vincenzo De Simone (1) natura astratta e informale (1) Natura Reale di Felix Policastro (1) Nel vento solare della luce (1) nicola oddati (1) Nola (1) Non ci fu appello (1) Non colpite Selim (1) non-luoghi (1) notti di solstizio (1) Obama (1) occidente (1) oppositori (1) Orestiadi (1) oriente (1) Oriundi Superfici Sotterranee Maria Eudòxia Mellào (1) oscillazioni del gusto (1) ostinazione (1) ottavian art festival (1) Ottaviano (1) Paesaggi (7) paesaggio (1) Pagea Art (1) palafitte (1) palazzo mediceo ottaviano (1) paolo naldi (1) parigi (1) parola (1) Pasolini (1) Pasquale Cappuccio (1) pedofilia (1) Peppe Pappa (1) performace al museo civico roccarainola (1) Pier Paolo Patti e Ciro Vitale al DISTURB Scafati (1) pino daniele (1) pippo del bono (1) piromani (1) pittura (1) poesia (2) poesia contemporanea (1) poeta scomparso (1) poeti (1) Poeti dietro le sbarre (1) Polignano a Mare (1) Politelli (1) presentazione catalogo Carmine Di Ruggiero (1) Prigioniera dei colori (1) Prigionieri dei colori (1) Primavera dell'arte (1) principe di San Severo (1) profondità (1) profondo Sud (1) Progetti Minimi (1) provocazione (1) psiche (1) pubblico e privato (1) pulizia etnica (1) quaderno (1) quadrelle (1) qurantennale de La Roggia (1) radici (1) raffaele cantone (1) raffaele falcone (1) Rauschenberg (1) renato barisani (1) ribellione (1) Riccardo Dalisi (1) ricerca (1) rifiuti (1) rifiuto (1) rigenerazione (1) riscatto (1) risorgere alla vita (1) roberto saviano (3) rom (1) Rosaria Iazzetta (1) Rosario e Luigi Mazzella in dialogo con le Matres (1) rosarno (1) Rossellini (1) Sacro GRA di Gianfranco Rosi (1) saggistica (1) salento (1) salvaguardia (1) Salvatore Violante (1) Sassi di Matera (1) scavi archeologici (1) sciagura abruzzo (1) scomparsa Angelo Vassallo (1) Scomparsa Camillo Capolongo (1) Scritti d'Arte (14) Scritti di Prisco De Vivo (3) scultura contemporanea (1) scuole (1) secondo appuntamento con il Futurismo a Nola (1) sfruttamento (3) SIANI REPORTAGE PRIZE 2013 (1) sisma abruzzo (2) sociale (1) sogno (1) solidarietà (2) Solo per giustizia (2) Sotto gli occhi di tutti (1) sperimentazione (1) Sperimentazione Plastiche (1) Sperimentazione Plastiche e Resine (1) Sperimentazione Resine (1) spoliazione (1) stagioni (1) storia e internazionalità. al Tamarin Business Center (1) storie di artisti (1) storie di donne e d ribellione (1) strage (1) Suketu Mehta (1) Summarte (1) Sylvia Plath (1) Taide (1) teatro (1) teatro popolare campano e meridionale (1) Telemachos Pateris : Il Labirinto della Memoria (1) Terlizzi in mostra a Matera (1) Terra de Fuochi (1) terra del rimorso (1) terra madre (1) terremoto abruzzo (3) territorio (1) testo critico (1) Togliere il nome alle cose (1) transitory (1) Tuba (1) turismo (1) Tutto il mio folle amore (1) ulivo (1) Un legittimo pensiero (1) un poeta in viaggio (1) Un volto e un nome (1) unacoppiadi artisti in viaggio (1) unicità dello stile (1) Vallo della Lucania (1) veggente dell'arte (1) Venturo (1) viaggio (1) villaggio (1) vIncenzo de simone (1) vini (1) violenza (1) visi parlanti (1) Vittorio Avella (1) voci dal carcere (1) Voci dalla terra vesuviana (1) Volti di donna nella vita di G. Leopardi e F. Chopin (1) vulcano (1) Witkin (1) world social summit (1) XIII Edizione Land Art Campi Flegrei (1) xxi edizione festa del merlo maschio di Saviano (1)