giovedì 21 agosto 2008

Il fiato del bosco ( Monte Somma )


In questi giorni di Agosto per sfuggire alla calura e per vincere il tedio che mi assale in certe ore del giorno più forte che mai, ho preso a frequentare, se così si può dire, il Monte Somma, la nostra montagna vesuviana, che si staglia fascinosa di verde di fronte al Vesuvio.

Partendo dalla delimitazione imposta dalla Guardia Forestale con una sbarra di ferro chiusa con lucchetto, che facilmente scavalchiamo, ho preso a salire e a scoprire lentamente il fascino segreto di questa via.

Lo sforzo è notevole, soprattutto all’inizio, ma una volta piantati i piedi per terra e diretti versi l’alto, il senso di soddisfazione è davvero notevole; soddisfazione visiva, di ossigenazione, acustica per l’assenza di rumori o suoni molesti, e per la presenza in sottofondo, del solo fiato del bosco di montagna che reca all’orecchio la presenza viva di numerose specie di volatili che hanno lì la loro casa – e per il piacere del calpestio, i piedi pur sotto sforzo, appoggiano su strati di foglie, e salendo più in alto, di aghi di pino; gli odori sono intensi, rigeneranti, lasciano il segno nelle narici e nei polmoni.

Durante il cammino le cose intorno e i pensieri affievoliscono loro intensità, per lasciare il campo ad un nuovo stato d’animo, fatto di leggerezza, di perdita di peso, è come se il baricentro fisico e esistenziale cambiasse di senso, mi accorgo di vedere e sentire in una nuova maniera.

L’Ente Parco Nazionale del Vesuvio che ha in cura tutto il bacino, ha predisposto una accurata segnaletica, con bacheche aggiornate, frecce di vario colore; e a questo proposito devo segnalare che alcune di questi preziosi contributi per chi frequenta questi luoghi, sono stati divelti e strappati, non dall’usura del tempo, ma dalla mano e dalla gratuita stupidità umana.

Ma proseguo, amareggiato ma proseguo.

Non è raro incontrare visitatori a cavallo, e lungo il cammino gli escrementi del nobile animale, così importanti per la concimazione del suolo.

Alla prima biforcazione da dove si dipartono tre sentieri e rispettivamente nell’ordine; Sentiero per il Rifugio ( così denominato perché fino ad alcuni anni fa vi era una piccola costruzione adibita a tale scopo, e oggi non vi è più nulla, solamente un moncone di pilastro ) Sentiero per la Valle dell’Inferno, e Sentiero per i Cognoli ( che ancora non ho affrontato ) così definito perché consente di accedere alla cima o cresta del Monte Somma.

Il primo percorso che conduce al Rifugio lo supero abbastanza facilmente e in alto prima dello spiazzo finale, dove si staglia imponente e fascinoso il Vesuvio, si gode di una vista da sperdimento, il Golfo di Castellammare lo puoi toccare con mano, e la vista raggiunge anche la Costiera Sorrentina, più in basso a sinistra tutta la pianura con i paesi vesuviani e quelli dell’agro nolano, fino ai Monti Lattari e all’Avellinese.

Giunto nella radura abbiamo preso l’abitudine con il compagno di viaggio che mi ha aperto la strada a queste escursioni, Giovanni Duraccio, e altre volte con mio figlio Antonio e talvolta con Lina, mia moglie, e il piccolo bastardino Jacopo, a compiere una sorta di giro a cerchio molto suggestivo e forse propiziatorio; così in fila giriamo intorno agli alberi ( pini ) che delimitavano un tempo il cosiddetto Rifugio .

E’ questa la prima opzione. Segue discesa dolorante.

Sembrerà strano ma la discesa fa soffrire i piedi più che a salire.

Mi viene in mente un passo di Cechov scritto nel 1888 <<Chi conosce la scienza sente che un pezzo di musica e un albero hanno qualcosa in comune, che l’uno e l’altro sono creati da leggi egualmente logiche e semplici >>.

Gli alberi possiedono una loro musicalità, si contorcono e rispondono al vento con loro movenze e suoni che sono forme di ritmo e espressione.

In più conservano il trascorrere del tempo sulla corteccia, con segni, colori, patine di vario colore che farebbero la gioia di alcuni amici artisti visivi, sempre alla ricerca di soluzioni cromatiche inedite e alchemiche.

In montagna si cammina in silenzio, si parla poco, pochissimo, a queste altezze, anche se modeste in confronto alle vere e proprie montagne del Nord, le parole si esauriscono, non se ne sente il bisogno come ha ricordato in vari suoi libri lo scomparso scrittore di montagna Mario Rigoni Stern.

Ritorno scendendo verso l’inizio dell’escursione, alla biforcazione del sentiero, e qui l’Ente Parco ha posto un grande masso di pietra lavica solidificata estratta dalle viscere della terra, per ricordare un giovane finanziere che amava molto questi luoghi, morto per mano di ignoti.

Al centro della lapide sono incise le parole ufficiali del ricordo, che così recitano <<Ente Parco Nazionale del Vesuvio – In memoria di Angelo Prisco 21/10/1968 – 19/12/1995 Giovane finanziere che amava i boschi e gli animali del Monte Somma e che tra questi boschi ha trovato la morte ucciso da colpi di arma da fuoco – Il Parco ricorda come esempio di amore per la natura - Addì 21/02 /1998>> .

Nei giorni precedenti a queste note di montagna, ho anche raggiunto la Valle dell’Inferno, sempre in compagnia del mio amico Giovanni, come me in montagna avaro di parole.

Si tratta di un sentiero più impegnativo, irto di salite, di densa vegetazione, talvolta per proseguire occorre spostare arbusti, rovi, massi che ostruiscono il passaggio.

Rapide salite e pari discese mentre il terreno lavico nero frana sotto i piedi.

L’arrivo nella valle è alchemico, l’impatto è fortissimo, ci troviamo al centro di questa valle che si è formata nei secoli per effetto di eruzioni, movimenti del suolo, scosse telluriche, vomito di fuoco proveniente dalle viscere della terra; essa è cinta da creste laviche sulla sommità, è un luogo estraniante, mentre di fronte a noi mai più di ora è vicino il Vesuvio, con i suoi colori terragni.

Si vedono in lontananza i percorsi o camminamenti che su i dorsi sono stati creati per raggiungere il cratere – camminamenti con protezioni di legno, e un rifugio rosso, posto di osservazione.

Sulla sommità della collina che delimita la Valle, qualcuno ha posto una stele di legno bianco, per indicare agli escursionisti, il luogo preciso dove il giovane Angelo Prisco, che viveva con i genitori in un paese vicino, cessò di vivere pochi giorni prima del Natale di tredici ann fa.

Categories

abisso (1) abitazioni fatisccenti (1) abusi dei media (1) abusivismo (1) abuso sui minori (1) accoglienza (2) acque cristalline (1) Addio al filosofo Aniello Montano voce limpida e possente (1) adriano celentano (1) Agerola (1) Agosto (1) Agosto dei fuochi (1) aids (1) aiuto (2) alberi millenari (1) alchimia (1) alcool (1) ambiente (6) amicizia (1) Angrisano (1) anni sessanta (1) antichi borgi (1) antologica ugo marano al frac (1) Antonio Ciraci (1) Antonio Davide (1) approfondimenti tematici (1) Archeo Club 1989-2009: un ventennio di febbrile attività (1) archiettura (1) Area 24 art gallery (1) arte contemporanea (1) Arte e Ambiente (1) arte e emergenze ambientali (1) ArteCinema 2013 (1) arti visive (2) Artiaco 2014 (1) artisti solitari (1) arturo ianniello (1) Aspettando Obama (2) Augè (1) Autori e lettori dietro le sbarre (1) avanguardie (1) bambini (1) banca (1) Battisti (1) Benoit Conort (1) bohème (1) Boris Pahor: bisogna imparare a rispettare il corpo degli altri (1) brulichio dell'azzuro (1) bruno giordano (1) Buon lavoro Presidente (1) buonabitacolo (1) cagliari come sarno (1) camera oscura (1) campi di calcetto (1) Campi Flegrei (1) cani e gatti (1) cani senza nome (1) cantautori (1) carte trasparenti scenari (1) Castel dell'Ovo (2) Castellabate (1) Castello dell'Abate (1) Castello Monastero di Casaluce (1) cecchini (1) Cézanne (1) cicli (1) Cilento (1) cimitero (1) cinema (1) Circoli Artistici (1) Ciro Vitale (1) ciro vitiello (1) Come la passione (1) Compagni di strada (1) Conferenza e Mostra di Arturo Casanova (1) conflitto nei Balcani (1) contaminazioni (1) contestazione (1) contesto storico (2) convegno a Nola (1) convegno su Nitsch (1) corpi violati (1) corpo a corpo (1) Correale (1) costume (1) crisi (1) cronaca nera (1) Crotone (1) cubismo (1) cultura (2) cultura americana (1) Dalla pittura allo schermo (1) dalla terra dei fuochi (1) dalla terra dei fuochi performance museo civico roccarainola (1) degrado (1) delitto Avetrana (1) desaparecido (1) design (1) devastazione ambientale (1) di mezzo il mare (1) Diana D'Ambrosio e Franco Tirelli al Summarte di Somma Vesuviana (1) dimenticati (1) diritti umani (1) Disturb Scafati (1) dittatura (1) dittature (1) diversità (1) divertimento (1) dolore (1) Domenico (1) Domenico Fatigati ad Aversa. Altri Luoghi (1) Domenico Modugno (1) Donne in carne ed ossa (1) Dorfles (1) durata (1) edgar morin (1) editoria (1) Elogio del Cantar Storie di SalvatoreCasaburi (1) emarginazione (1) emergenza ambientale (1) emergenza cagliari (1) Emilio Villa (1) enti di natura (2) Enzo Cucchi (1) Enzo Marino (2) enzo rega (1) Equilibrio Compositivo di Fatigati (1) ercolano (1) ernesto de martino (1) Ernesto Terlizzi (1) eruzioni (1) ESENIN (1) esoterismo (1) esperimento culturale (1) EST MEMORIALE (1) estrazione contadina (1) esule (1) extracomunitari (1) Fabio Donato (1) Falleria La Conchiglia di Torino (1) faro (1) Fatigati (1) Fatigati alla Feltrinelli (1) Favara (1) febbraio 2015 (1) fede cieca (1) ferie (1) Ferro 3 (1) Fieramosca (1) film e documentari sull'arte (1) filosofia (1) fiordo (1) Fondazione Morra (1) Forma Artis (1) fosse comune (1) fosse comuni (1) foto ingannevoli (1) fotografia (5) franchismo (1) franco capasso (3) franco capasso poeta in chiarissima luce (1) frontiera (1) fuga (2) funerali (1) futurismo (1) Gaetano Romano (4) Gallo. (1) garcìa lorca (1) genio (1) genius loci (1) gente di rispetto (1) geometrie del vedere (1) Gezim Hajdari: il corpo (1) Gibellina (1) Gines Vincente Fernandez (1) Giorgio De Chirico e 36 Artisti Contemporanei a TELAVIV (1) giugno popolare vesuviano (1) GiugnoPopolare Vesuviano (1) Giulio e Danilo De Mitri al FRAC (1) gomorra (1) guerra civile spagnola (1) Hommage au festval Polyphonix (1) i festival multiartistico (1) i giri d'angolo di salvatore violante a san giuseppe vesuviano (1) Iazzetta (1) il coraggio della poesia (2) IL CORPO E L'ANIMA (1) Il Futurismo (1) Il killer silenzioso (1) il laboratorio di Vittorio Avella (2) Ilia Tufano (1) illuminazioni (1) Imagocollettiva di artisti (1) incidente (1) incisioni (1) India 70 (1) infanzia (2) Informazione (9) Ingeborg Bachaman (1) inquinamento (1) installazioni (1) isabella nurigiani (1) joe lansdale (1) killer senza nome (1) Km 1720 (1) Kouros Aversa (1) l'aldilà (1) l'artista e il suo travaglio (1) L'Eleganza Discreta della Tecnica (1) l'elmo (1) L'Inquieta Giovinezza (2) L'occhio dell’ arte (1) L’amara scienza di Luigi Compagnone (1) L’isola che aspetta (1) l’orfano (1) L’uomo essere naturale (1) la barca/piroga e altre storie (1) la belva (1) la donna senza volto (1) La Memoria dell'Oblio (1) La notte volgeva verso l’alba (1) La piovra è ovunque (1) la poesia (1) la solitudine dello scrittore (1) Laboratorio Creativo 1974/1976 (1) lager nazisti (1) lago d'Averno (1) lava (1) lavoro nero (1) le protagoniste femminili (1) legalità (3) Leone d'Oro Venezia 2013 (1) Leopardi e Chopin nei loro rapporti con i genitori (1) Lessio e Fatigati (1) lettera di franco capasso a jean-charles vegliante (1) Letteratura (6) libertà (1) liceo E.Medi di Cicciano (1) Liceo Parmenide (1) liliana borriello (5) lingua di fuoco (1) Longobardo (1) luce e materia (1) luci della memoria (1) Ludovico Corrao (1) Luigi Fontanella (1) Luigi Ghirri (1) Luisa Bossa (1) luoghi (3) mafia (1) Maggio 2005 (1) maggio 2014 palazzo mediceo ottaviano (1) Magnani (1) malattia mentale (1) Maram (1) Maram al-Masri (1) Marcello Cinque (3) Marcianise-Caserta. (1) Maria Zambrano (1) Mario Lanzione al Frac di Baronissi (1) Mario Persico (1) Marte (1) Mathelda Balatresi (1) mediterraneo (1) Metart Maggio 2004 (1) Miche Sovente (1) mimmo beneventano (1) Mimmo Beneventano vittime di camorra (1) Mine in Fiore (1) minoranze (1) Miriam Makeba (1) missione dell'artista (1) morale (1) mostra a cura di Rosemarie Sansonetti Bisceglie (1) mostra area 24 art gallery napoli (1) mostra Franco Cipriano allo Spazio Zero 11 (1) Mostra l'Officina Calcografica Il Laboratorio di Nola alla Grafica Metelliana (1) mostre arti visive (1) munch (1) museo madre di Napoli (2) Museo Pino Pascali (1) nato a rocca (1) Nato di Vincenzo De Simone (1) natura astratta e informale (1) Natura Reale di Felix Policastro (1) Nel vento solare della luce (1) nicola oddati (1) Nola (1) Non ci fu appello (1) Non colpite Selim (1) non-luoghi (1) notti di solstizio (1) Obama (1) occidente (1) oppositori (1) Orestiadi (1) oriente (1) Oriundi Superfici Sotterranee Maria Eudòxia Mellào (1) oscillazioni del gusto (1) ostinazione (1) ottavian art festival (1) Ottaviano (1) Paesaggi (7) paesaggio (1) Pagea Art (1) palafitte (1) palazzo mediceo ottaviano (1) paolo naldi (1) parigi (1) parola (1) Pasolini (1) Pasquale Cappuccio (1) pedofilia (1) Peppe Pappa (1) performace al museo civico roccarainola (1) Pier Paolo Patti e Ciro Vitale al DISTURB Scafati (1) pino daniele (1) pippo del bono (1) piromani (1) pittura (1) poesia (2) poesia contemporanea (1) poeta scomparso (1) poeti (1) Poeti dietro le sbarre (1) Polignano a Mare (1) Politelli (1) presentazione catalogo Carmine Di Ruggiero (1) Prigioniera dei colori (1) Prigionieri dei colori (1) Primavera dell'arte (1) principe di San Severo (1) profondità (1) profondo Sud (1) Progetti Minimi (1) provocazione (1) psiche (1) pubblico e privato (1) pulizia etnica (1) quaderno (1) quadrelle (1) qurantennale de La Roggia (1) radici (1) raffaele cantone (1) raffaele falcone (1) Rauschenberg (1) renato barisani (1) ribellione (1) Riccardo Dalisi (1) ricerca (1) rifiuti (1) rifiuto (1) rigenerazione (1) riscatto (1) risorgere alla vita (1) roberto saviano (3) rom (1) Rosaria Iazzetta (1) Rosario e Luigi Mazzella in dialogo con le Matres (1) rosarno (1) Rossellini (1) Sacro GRA di Gianfranco Rosi (1) saggistica (1) salento (1) salvaguardia (1) Salvatore Violante (1) Sassi di Matera (1) scavi archeologici (1) sciagura abruzzo (1) scomparsa Angelo Vassallo (1) Scomparsa Camillo Capolongo (1) Scritti d'Arte (14) Scritti di Prisco De Vivo (3) scultura contemporanea (1) scuole (1) secondo appuntamento con il Futurismo a Nola (1) sfruttamento (3) SIANI REPORTAGE PRIZE 2013 (1) sisma abruzzo (2) sociale (1) sogno (1) solidarietà (2) Solo per giustizia (2) Sotto gli occhi di tutti (1) sperimentazione (1) Sperimentazione Plastiche (1) Sperimentazione Plastiche e Resine (1) Sperimentazione Resine (1) spoliazione (1) stagioni (1) storia e internazionalità. al Tamarin Business Center (1) storie di artisti (1) storie di donne e d ribellione (1) strage (1) Suketu Mehta (1) Summarte (1) Sylvia Plath (1) Taide (1) teatro (1) teatro popolare campano e meridionale (1) Telemachos Pateris : Il Labirinto della Memoria (1) Terra de Fuochi (1) terra del rimorso (1) terra madre (1) terremoto abruzzo (3) territorio (1) testo critico (1) Togliere il nome alle cose (1) transitory (1) Tuba (1) turismo (1) Tutto il mio folle amore (1) ulivo (1) Un legittimo pensiero (1) un poeta in viaggio (1) Un volto e un nome (1) unacoppiadi artisti in viaggio (1) unicità dello stile (1) Vallo della Lucania (1) veggente dell'arte (1) Venturo (1) viaggio (1) villaggio (1) vIncenzo de simone (1) vini (1) violenza (1) visi parlanti (1) Vittorio Avella (1) voci dal carcere (1) Voci dalla terra vesuviana (1) Volti di donna nella vita di G. Leopardi e F. Chopin (1) vulcano (1) Witkin (1) world social summit (1) XIII Edizione Land Art Campi Flegrei (1) xxi edizione festa del merlo maschio di Saviano (1)