domenica 31 agosto 2008

Cinque artisti nella fabbrica della luce

Il 19 Marzo 2003 è stato inaugurato presso la sede dell’azienda napoletana Emilio Alfano Spa – C.so Salvatore D’Amato 106, Arzano ( Napoli ) – la mostra di arte contemporanea dal titolo La distrazione di Edison – recante come sottotitolo Artisti in dialogo con la Emilio Alfano SPA.

Sono cinque gli artisti invitati dalle curatrici Ada Patrizia Fiorillo e Aurora Spinosa, ad inaugurare questo primo appuntamento con l’arte contemporanea di una storica azienda impegnata nel settore della produzione ed installazione di sistemi di illuminazione, che ha deciso con questa rassegna, di aprire un percorso ed avviare una sorta di nuovo mecenatismo attraverso i linguaggi e le pratiche dell’arte.

Questi gli artisti invitati : Domenico Spinosa, Gerardo Di Fiore, Guglielmo Longobardo, Adriana De Manes, Federico Del Vecchio.

Le loro opere, in sintonia di luce accompagnano i visitatori appena varcata la soglia d’ingresso, dove il primo impatto ci riporta ad una installazione di Gerardo Di Fiore, dal titolo L’ombra del classico, composta con legno, gommapiuma e neon – in cui l’autore mette in campo il suo repertorio di linguaggi taglienti, che lo accompagnano da alcuni decenni a questa parte.

E’ icastica la sua rappresentazione scultorea, che si avvale di un consolidato retroterra di attraversamenti dietro le spalle, passato tra performances nel sociale negli anni sessanta e settanta, con al centro il proprio corpo d’artista tra altri corpi, negletti e negati dalla alienazione mentale; alle installazioni feticcio-antropologico dei settanta e oltre; concentra il suo sguardo interrogante di questi ultimi anni che ancora scorrono, sulle alchimie di materiali docili ed effimeri come la gommapiuma, per ribadire la sua concezione di anti-monumentalità della scultura, ricercando attraverso i materiali eterocliti prescelti, altre significanze linguistiche impensate.

Operando in tal senso, Di Fiore si pone in sintonia con alcune tesi del filosofo Perniola, che scorge per questi nostri tempi, una specifica condizione di artificialità inorganica.

Del 2003 è L’ombra del classico, opera come quelle degli altri artisti presenti, pensata esclusivamente in relazione a questo evento, dove Di Fiore suggerisce lo scenario-rovine di memorie classiche, in riferimento dalla deperibilità della materia, mentre nella grande teca del 1983, Il sogno della mela, una fantastica algida composizione, dove l’intrico delle forme tagliate e sezionate a brandelli e poi riaccostate e ricucite, richiama il tema caro all’autore, della natura e della sua irrimediabile contaminazione.

Lasciata l’installazione di Di Fiore, incontriamo l’opera di Federico Del Vecchio, giovanissimo esordiente con buone frecce per il suo arco, che presenta l’opera dal titolo Artificial bowels, vetroresina e neon, del 2003.

Un roseo agnellino - così lo ha definito con una felice espressione Ada Patrizia Fiorillo – l’animale che si immola nel periodo pasquale, che penzoloni ci fronteggia, con annesse interiora debordanti di luce al neon verde.

Del Vecchio già da qualche anno ha scelto consapevolmente di scandagliare le problematiche connesse all’artificialità e alle più avventurose proiezioni futurologiche – al cui centro troviamo il cyber bunny, l’innocuo coniglietto che sembra assalirci dalle foto ( plotter painting su alluminio ) con i suoi occhi luminescenti.

Scenari inquietanti e problematici si riverberano dalle sue opere, dove concentra la sua attenzione sul corpo ibrido, sul cyborg, trovando numerosi punti di contatto con le analisi del filosofo Perniola, che più di tutti ha indagato questo tipo di questioni.

La luce algida dei neon che accompagna le installazioni di Del Vecchio, rende queste opere terribilmente sature di presagi, laddove il coniglio comunemente protagonista di cartoni animati per l’infanzia, è anche nel contempo, animale commestibile da macellare, alimentando una miscela di sensazioni ibride.

La seconda tappa di questo nostro straordinario viatico dell’arte, incrocia una grande tela di Domenico Spinosa, dal titolo In volo nel sole olio del 2003, dove l’ottantenne maestro esulta e mette in campo le sue forze vitalistiche migliori; in un denso, forte concentrato di accattivante pittura dai colori mediterranei caldi e ammalianti.

Nel suo lungo, anzi lunghissimo operare nell’arco di questo novecento, Spinosa non ha mai rinunciato a schierare in campo la freschezza cromatica della sua intensa e vibrante pittura, espressione di uno spirito giovane sempre in perenne rinnovamento.

La natura e la sua pulviscolare brulicante umanità, ha costituito per esso fonte inesauribile di ispirazione – in mostra anche un notevole dipinto del 1969, dal titolo Interno con macchina, di matrice informale morlottiana, stemperate nelle calde ascendenze cromatiche partenopee.

La terza tappa è con le opere di Guglielmo Longobardo, che presenta un dittico dal titolo Alfabeti di luce del 2003, e Paesaggio flegreo del 1997, nonché Penombra rosa del 1998.

Paesaggio flegreo e Penombra rosa del 97/98, evidenziano pienamente la natura intima e coloristica dell’autore, che superati i limiti contingenti dell’informale, a cui precedentemente si era rivolto, recupera con queste opere una piena maturità linguistica, tenuta continuamente sotto controllo, attraverso l’uso sapiente e reiterato del segno-colore; cedendo ad incredibili lumiscenze visionarie dai colori cobalto, dove si nasconde nelle pieghe, astratto, il paesaggio flegreo, che sollecita con la qualità della sua luce meridiana i sensi dell’operatore.

Ora, la natura e i luoghi appaiono nella estrema rarefazione di luce e di forma nella essenzialità della percezione visiva, come annota in proposito Michele Sovente.

Nell’opera Alfabeti di luce invece, Longobardo destruttura la visione, riducendola alla visione monocromatica, e lasciandola smarrire nelle pieghe luminescenti del bianco.

Con le opere di Adriana De Manes, si conclude il nostro viatico in salita, fino in cima al solarium, dove campeggiano le sue sdraio di alluminio in rapida sequenza con stampa digitale su vinile e alluminio, dal titolo Skin car.

La De Manes insegue un vissuto personale attraverso una rinnovata modulazione soggettiva di esso, che si arricchisce di nuovi temi estrapolati dal proprio quotidiano vivere.

Una vasta congerie di fenomeni intimi ed inconsci, da cui provengono le immagini dell’installazione, tra corpi sdraiati bersagliati dalla luce e dal calore in una lunga serialità di immagini.

La De Manes presenta anche un lavoro del 1993 dal titolo Fuga, e uno del 1995 Senza titolo- una sorta di lavori alla maniera nera per usare una espressione del mondo dell’incisione, per significare la presenza-assenza di pulsanti fenomeni percettivi intermittenti della visione.

Categories

abisso (1) abitazioni fatisccenti (1) abusi dei media (1) abusivismo (1) abuso sui minori (1) accoglienza (2) acque cristalline (1) Addio al filosofo Aniello Montano voce limpida e possente (1) adriano celentano (1) Agerola (1) Agosto (1) Agosto dei fuochi (1) aids (1) aiuto (2) alberi millenari (1) alchimia (1) alcool (1) ambiente (6) amicizia (1) Angrisano (1) anni sessanta (1) antichi borgi (1) antologica ugo marano al frac (1) Antonio Ciraci (1) Antonio Davide (1) approfondimenti tematici (1) Archeo Club 1989-2009: un ventennio di febbrile attività (1) archiettura (1) Area 24 art gallery (1) arte contemporanea (1) Arte e Ambiente (1) arte e emergenze ambientali (1) ArteCinema 2013 (1) arti visive (2) Artiaco 2014 (1) artisti solitari (1) arturo ianniello (1) Aspettando Obama (2) Augè (1) Autori e lettori dietro le sbarre (1) avanguardie (1) bambini (1) banca (1) Battisti (1) Benoit Conort (1) bohème (1) Boris Pahor: bisogna imparare a rispettare il corpo degli altri (1) brulichio dell'azzuro (1) bruno giordano (1) Buon lavoro Presidente (1) buonabitacolo (1) cagliari come sarno (1) camera oscura (1) campi di calcetto (1) Campi Flegrei (1) cani e gatti (1) cani senza nome (1) cantautori (1) carte trasparenti scenari (1) Castel dell'Ovo (2) Castellabate (1) Castello dell'Abate (1) Castello Monastero di Casaluce (1) cecchini (1) Cézanne (1) cicli (1) Cilento (1) cimitero (1) cinema (1) Circoli Artistici (1) Ciro Vitale (1) ciro vitiello (1) Come la passione (1) Compagni di strada (1) Conferenza e Mostra di Arturo Casanova (1) conflitto nei Balcani (1) contaminazioni (1) contestazione (1) contesto storico (2) convegno a Nola (1) convegno su Nitsch (1) corpi violati (1) corpo a corpo (1) Correale (1) costume (1) crisi (1) cronaca nera (1) Crotone (1) cubismo (1) cultura (2) cultura americana (1) Dalla pittura allo schermo (1) dalla terra dei fuochi (1) dalla terra dei fuochi performance museo civico roccarainola (1) degrado (1) delitto Avetrana (1) desaparecido (1) design (1) devastazione ambientale (1) di mezzo il mare (1) Diana D'Ambrosio e Franco Tirelli al Summarte di Somma Vesuviana (1) dimenticati (1) diritti umani (1) Disturb Scafati (1) dittatura (1) dittature (1) diversità (1) divertimento (1) dolore (1) Domenico (1) Domenico Fatigati ad Aversa. Altri Luoghi (1) Domenico Modugno (1) Donne in carne ed ossa (1) Dorfles (1) durata (1) edgar morin (1) editoria (1) Elogio del Cantar Storie di SalvatoreCasaburi (1) emarginazione (1) emergenza ambientale (1) emergenza cagliari (1) Emilio Villa (1) enti di natura (2) Enzo Cucchi (1) Enzo Marino (2) enzo rega (1) Equilibrio Compositivo di Fatigati (1) ercolano (1) ernesto de martino (1) Ernesto Terlizzi (1) eruzioni (1) ESENIN (1) esoterismo (1) esperimento culturale (1) EST MEMORIALE (1) estrazione contadina (1) esule (1) extracomunitari (1) Fabio Donato (1) Falleria La Conchiglia di Torino (1) faro (1) Fatigati (1) Fatigati alla Feltrinelli (1) Favara (1) febbraio 2015 (1) fede cieca (1) ferie (1) Ferro 3 (1) Fieramosca (1) film e documentari sull'arte (1) filosofia (1) fiordo (1) Fondazione Morra (1) Forma Artis (1) fosse comune (1) fosse comuni (1) foto ingannevoli (1) fotografia (5) franchismo (1) franco capasso (3) franco capasso poeta in chiarissima luce (1) frontiera (1) fuga (2) funerali (1) futurismo (1) Gaetano Romano (4) Gallo. (1) garcìa lorca (1) genio (1) genius loci (1) gente di rispetto (1) geometrie del vedere (1) Gerolamo Casertano al Pan (1) Gezim Hajdari: il corpo (1) Gibellina (1) Gines Vincente Fernandez (1) Giorgio De Chirico e 36 Artisti Contemporanei a TELAVIV (1) giugno popolare vesuviano (1) GiugnoPopolare Vesuviano (1) Giulio e Danilo De Mitri al FRAC (1) gomorra (1) guerra civile spagnola (1) Hommage au festval Polyphonix (1) i festival multiartistico (1) i giri d'angolo di salvatore violante a san giuseppe vesuviano (1) Iazzetta (1) il coraggio della poesia (2) IL CORPO E L'ANIMA (1) Il Futurismo (1) Il killer silenzioso (1) il laboratorio di Vittorio Avella (2) Ilia Tufano (1) illuminazioni (1) Imagocollettiva di artisti (1) incidente (1) incisioni (1) India 70 (1) infanzia (2) Informazione (9) Ingeborg Bachaman (1) inquinamento (1) installazioni (1) isabella nurigiani (1) joe lansdale (1) killer senza nome (1) Km 1720 (1) Kouros Aversa (1) l'aldilà (1) l'artista e il suo travaglio (1) L'Eleganza Discreta della Tecnica (1) l'elmo (1) L'Inquieta Giovinezza (2) L'occhio dell’ arte (1) L’amara scienza di Luigi Compagnone (1) L’isola che aspetta (1) l’orfano (1) L’uomo essere naturale (1) la barca/piroga e altre storie (1) la belva (1) la donna senza volto (1) La Memoria dell'Oblio (1) La notte volgeva verso l’alba (1) La piovra è ovunque (1) la poesia (1) la solitudine dello scrittore (1) Laboratorio Creativo 1974/1976 (1) lager nazisti (1) lago d'Averno (1) lava (1) lavoro nero (1) le protagoniste femminili (1) legalità (3) Leone d'Oro Venezia 2013 (1) Leopardi e Chopin nei loro rapporti con i genitori (1) Lessio e Fatigati (1) lettera di franco capasso a jean-charles vegliante (1) Letteratura (6) libertà (1) liceo E.Medi di Cicciano (1) Liceo Parmenide (1) liliana borriello (5) lingua di fuoco (1) Longobardo (1) luce e materia (1) luci della memoria (1) Ludovico Corrao (1) Luigi Fontanella (1) Luigi Ghirri (1) Luisa Bossa (1) luoghi (3) mafia (1) Maggio 2005 (1) maggio 2014 palazzo mediceo ottaviano (1) Magnani (1) malattia mentale (1) Maram (1) Maram al-Masri (1) Marcello Cinque (3) Marcianise-Caserta. (1) Maria Zambrano (1) Mario Lanzione al Frac di Baronissi (1) Mario Persico (1) Marte (1) Mathelda Balatresi (1) mediterraneo (1) Metart Maggio 2004 (1) Miche Sovente (1) mimmo beneventano (1) Mimmo Beneventano vittime di camorra (1) Mine in Fiore (1) minoranze (1) Miriam Makeba (1) missione dell'artista (1) morale (1) mostra a cura di Rosemarie Sansonetti Bisceglie (1) mostra area 24 art gallery napoli (1) mostra Franco Cipriano allo Spazio Zero 11 (1) Mostra l'Officina Calcografica Il Laboratorio di Nola alla Grafica Metelliana (1) mostre arti visive (1) munch (1) museo madre di Napoli (2) Museo Pino Pascali (1) nato a rocca (1) Nato di Vincenzo De Simone (1) natura astratta e informale (1) Natura Reale di Felix Policastro (1) Nel vento solare della luce (1) nicola oddati (1) Nola (1) Non ci fu appello (1) Non colpite Selim (1) non-luoghi (1) notti di solstizio (1) Obama (1) occidente (1) oppositori (1) Orestiadi (1) oriente (1) Oriundi Superfici Sotterranee Maria Eudòxia Mellào (1) oscillazioni del gusto (1) ostinazione (1) ottavian art festival (1) Ottaviano (1) Paesaggi (7) paesaggio (1) Pagea Art (1) palafitte (1) palazzo mediceo ottaviano (1) paolo naldi (1) parigi (1) parola (1) Pasolini (1) Pasquale Cappuccio (1) pedofilia (1) Peppe Pappa (1) performace al museo civico roccarainola (1) Pier Paolo Patti e Ciro Vitale al DISTURB Scafati (1) pino daniele (1) pippo del bono (1) piromani (1) pittura (1) poesia (2) poesia contemporanea (1) poeta scomparso (1) poeti (1) Poeti dietro le sbarre (1) Polignano a Mare (1) Politelli (1) presentazione catalogo Carmine Di Ruggiero (1) Prigioniera dei colori (1) Prigionieri dei colori (1) Primavera dell'arte (1) principe di San Severo (1) profondità (1) profondo Sud (1) Progetti Minimi (1) provocazione (1) psiche (1) pubblico e privato (1) pulizia etnica (1) quaderno (1) quadrelle (1) qurantennale de La Roggia (1) radici (1) raffaele cantone (1) raffaele falcone (1) Rauschenberg (1) renato barisani (1) ribellione (1) Riccardo Dalisi (1) ricerca (1) rifiuti (1) rifiuto (1) rigenerazione (1) riscatto (1) risorgere alla vita (1) roberto saviano (3) rom (1) Rosaria Iazzetta (1) Rosario e Luigi Mazzella in dialogo con le Matres (1) rosarno (1) Rossellini (1) Sacro GRA di Gianfranco Rosi (1) saggistica (1) salento (1) salvaguardia (1) Salvatore Violante (1) Sassi di Matera (1) scavi archeologici (1) sciagura abruzzo (1) scomparsa Angelo Vassallo (1) Scomparsa Camillo Capolongo (1) Scritti d'Arte (14) Scritti di Prisco De Vivo (3) scultura contemporanea (1) scuole (1) secondo appuntamento con il Futurismo a Nola (1) sfruttamento (3) SIANI REPORTAGE PRIZE 2013 (1) sisma abruzzo (2) sociale (1) sogno (1) solidarietà (2) Solo per giustizia (2) Sotto gli occhi di tutti (1) sperimentazione (1) Sperimentazione Plastiche (1) Sperimentazione Plastiche e Resine (1) Sperimentazione Resine (1) spoliazione (1) stagioni (1) storia e internazionalità. al Tamarin Business Center (1) storie di artisti (1) storie di donne e d ribellione (1) strage (1) Suketu Mehta (1) Summarte (1) Sylvia Plath (1) Taide (1) teatro (1) teatro popolare campano e meridionale (1) Telemachos Pateris : Il Labirinto della Memoria (1) Terra de Fuochi (1) terra del rimorso (1) terra madre (1) terremoto abruzzo (3) territorio (1) testo critico (1) Togliere il nome alle cose (1) transitory (1) Tuba (1) turismo (1) Tutto il mio folle amore (1) ulivo (1) Un legittimo pensiero (1) un poeta in viaggio (1) Un volto e un nome (1) unacoppiadi artisti in viaggio (1) unicità dello stile (1) Vallo della Lucania (1) veggente dell'arte (1) Venturo (1) viaggio (1) villaggio (1) vIncenzo de simone (1) vini (1) violenza (1) visi parlanti (1) Vittorio Avella (1) voci dal carcere (1) Voci dalla terra vesuviana (1) Volti di donna nella vita di G. Leopardi e F. Chopin (1) vulcano (1) Witkin (1) world social summit (1) XIII Edizione Land Art Campi Flegrei (1) xxi edizione festa del merlo maschio di Saviano (1)