sabato 12 maggio 2018






 

........... Nel mese d Maggio convive antico e moderno, sacro e profano;i giorni si riempiono di luce meridiana e i profumi dei fiori degli alberi, mandorli, peschi, ciliegi, lievemente stordiscono.

Ecco, m rivedo bambino, inseme a mia madre raggiungere la Piazza della Taverna, per assistere al Volo degli Angeli, il momento più carico di suggestioni e di sentimenti della festa; sgrano gli occhi nella calca verso l'alto, protetto da mia madre, tendo l'udto fino allo spasimo per afferrare le parole degli Angeli riccioluti e dalle belle fattezze chini sulla statua del Santo, che dispensano benedizioni celestiali che terminano sempre con " Salute e prosperità al popolo di Ottaviano ", mentre intorno già deflagrano i mortaretti con boati paurosi.

Riparte il corteo, la statua del Santo in bella evidenza, le autorità locali ancora più autoritarie agli occhi di un bambino, i Carabinieri in alta uniforme con pennacchi ai lati della statua, mentre il corteo si dirige verso Piazza San Giovanni, l'ultima stazione del periplo infuocato di Maggio.

Qualche piccolo regalo tocca al bambino curioso e fedele alla tradizione; un pallone colorato, forse una pistola con relative munizioni con cu inseguire gli amci del cuore di Via Pentelete, un gelato al gusto di limone fresco nella calura.

giovedì 19 aprile 2018

De profundis



 De profundis



Il più bello dei mari è quello che non navigammo – si apre così, sull’incipit del primo verso di una magnifica breve poesia di Nazim Hikmet, il più importante poeta turco del Novecento, la mostra dell’artista casertano Vittorio Vanacore al Summarte di Somma Vesuviana, che apre le porte e spalanca confini sul mare Mediterraneo, dove si affacciano tre continenti; Europa, Asia, Africa.

Sul mare,  ricorda F. Braudel, sono nate e sviluppate nel corso dei secoli imponenti civiltà, alcune come è noto, nell’Italia Meridionale ( diaspora dalla madrepatria ) che assunsero il nome di Magna Grecia, e i cui resti, soprattutto templi sono lì con le loro testimonianze a parlarci e ad inquietarci. 

Vittorio Vanacore, artista sensibile e appassionato, che sente sulla pelle le contraddizioni della storia, con la sua ricerca a largo raggio ( pittura, installazioni ) si dedica con coraggio a non cancellare le tracce delle genti che attraversano il Grande Mare, non ancora oceano, non per fondare colonie, ma per sfuggire a guerre devastanti, genocidi, e all’assenza di ogni parvenza di futuro.

Le installazioni che formano  la mostra nel paese vesuviano, sono premessa e introibo, con essa l’acuminata dialettica linguistica dell’autore, destruttura in essenziali e rigorose presenze, i filamenti metallici- tela di ragno, su cui periclitanti barchette recitano il  “ de profundis “ per tanti uomini, donne, bambini.

La cronaca è aggiornamento di dati, cifre, particolari, quotidiano assuefarsi ad immagini che non vorremmo vedere.

Il lavoro di Vanacore è presenza forte, inquietante, di notevole respiro concettuale, apre in direzione della pittura che spalanca confini; c’è sempre nelle sue tele uno scenario, una sorta di quintessenza scenografica, per l’apertura delle immagini su più vasti confini, veri o presunti.

La pittura sappiamo è da sempre il grande inganno, presi nelle sue spire non soltanto non ci riesce di uscire, ma neanche lo vogliamo, tale è il livello emozionale  messo in campo; Sartre rammenta, che “ l’emozione è l’essenza della coscienza “ – qualcosa che  riguarda molto da vicino il nostro Io,  a cui non possiamo fornire dati falsificanti, pena lo scatenamento di tremori esistenziali.

Vanacore forse troverebbe giuste e pertinenti per la sua opera le parole di Paul Klee, che annotava – “ Quanto più è spaventoso questo mondo ( come oggi ) tanto più è astratta l’arte “.

Infatti nella sua ricerca pittorica ( vivaio di emozioni e di visioni ) si tende verso  parsimoniose presenze che si annidano nelle ampie superfici cromatiche dove dominano colori contrastanti dai forti effetti; i neri magmatici, i rossi e i rosa, gli azzurri profondi degli abissi marini, e strisce sottilissime di cotone, e come folgore, improvvisi spalancamenti ( di stampo informale )  che sembrano attraversare la tela per fuggire verso l’ignoto con chi guarda.

Il tragitto del Summarte è esemplificativo e fortemente corale; durante le sue stazioni ( via crucis dell’indifferenza ) si avvalora giocoforza  l’intreccio indissolubile pittura e fuoriuscita da essa, per approdare ad una nuova misura in cui l’installazione è forza, moto perpetuo, spinta visiva forte e interrogativa.



Così l’artista Vanacore ha deciso di offrire in visione il suo impegno, tra l’inganno della pittura, e il realismo dell’umano, in una società ad ogni latitudine, che sembra abbia detto addio ad ogni valore.

martedì 10 aprile 2018


Big Event per la città di Caserta, la mostra -  La Pittura dopo il Postmodernismo -  a cura di Barbara Rose, la critica e storica dell'arte americana che nel corso di sessanta anni di carriera a contatto con  gli esponenti dell'arte statunitense, si cimenta ora con questo suo ardito progetto curatoriale teso ad affermare la centralità della pittura ( dopo la messa in disparte di essa, per così dire da parte di altri critici, a vantaggio di fotografia, video, installazioni ) -
richiama nella città già da diversi giorni critici e giornalisti del settore, a cui la curatrice illustra e

concede interviste ( apparse su Repubblica ieri a firma di Renata Caragliano e Stella Cervasio, e sul Mattino stamane a cura di Enzo Battarra).
Questi gli artisti italiani selezionati per la tappa casertana ; a partire da Arturo Casanova e Nino Longobardi, che rappresentano i due poli magnetici della regione campana ( entrambi seguiti da molti anni dalla Rose ) a Roberto Caracciolo, Bruno Ceccobelli, Elvio Chiricozzi, Gianni Dessì, Roberto Pietrosanti, Marco Tirelli, Rossella Vasta.
Di fama mondiale gli artisti statunitensi, e prestigiosi quelli belgi.
" Questa mostra è un manifesto, ma è anche un esperimento, raccanta Barbara Rose " .
Buona visione, e a Giovedì ore 17.30.

lunedì 9 aprile 2018

La Pittura dopo il Postmodernismo


Giovedì 13 Aprile alle ore 17, alla Reggia di Caserta, nelle Retrostanze dell'Appartamento Storico,
 sarà inaugurata ( dopo il Belgio e la Spagna ),  la mostra internazionale curata dalla celebre critica e storica dell'arte Barbara Rose,
dal titolo  " Painting After Postmodernism " ( La pittura dopo il Postmodernismo ).
Secondo la studiosa americana, nota a livello internazionale per i suoi studi sull'astrattismo, e sull'importanza del lavoro manuale nell'epoca della riproduzione digitale, con questa mostra-esperimento, dichiara a Repubblica, la pittura torna ad essere centrale, dopo che una parte della critica, gli ha preferito le installazioni e la tridimensionalità.
Tra i nove artisti italiani che si sono aggiunti per la sede di Caserta, spiccano i nomi di due importanti artisti campani, il napoletano Nino Longobardi, e il casertano Arturo Casanova, entrambi seguiti dalla Rose dall'inzio della loro carriera.

domenica 8 aprile 2018



                                      









Sulla rotta non priva di burrasche, Catania- Etna – Somma Vesuviana - Vesuvio, con il Patrocinio delle Accademie di Belle Arti di Catania e di Napoli, si è aperta al pubblico da sabato 24 Marzo alla room gallery o’ Vascio ( Via Nuova, 1   Somma Vesuviana, Galleria indipendente di arte contemporanea gestita dal Collettivo Summa ) -  la collettiva di artisti etnei dal titolo “ Posterità pezzi della storia e della cultura “ con le opere di Carmen Cardillo/Natale Platania/Giovanna Vinciguerra/ Nicola Zappalà – e come viatico  un testo di Corrado Peligra.  


Ampio articolato panorama linguistico presente e in divenire, con le sue accattivanti offerte visive, che tocco in questa occasione sui passi dei poeti soltanto marginalmente, riservandomi in futuro una più approfondita analisi,  a partire dal lavoro di Carmen Cardillo, giovane fotografa che dialoga con le sfaccettature dell’immagine estrapolate da elaborati procedimenti digitali, che assemblano il visivo figurale in una cornice di tagli ed estrapolazioni che farebbero pensare a procedimenti sperimentali cari al post-cubismo ma anche alla vena carsica surreale.



La giovane artista, consapevole delle innumerevoli potenzialità che offre il digitale, si avventura e procede, al di fuori di ogni schema di realtà per favorire il suo incontro ( automatismi ) con l’ampio e recondito inesplorato dominio delle virtualità dell’immagine, che gli consente, infine di approfondire il suo racconto emozionale con la sua immagine, sulle orme di E. Jabès, il quale affermava “ Io cerco un uomo/ che non è mai stato tanto me stesso / da come quando lo cerco / “


Natale Platania nuota nel sommerso dell’immagine per rinvenire grafie seppellite, mentre da lontano con incessante riverbero concettuale, alla  memoria un legno riaccende e dischiude stagioni della propria esistenza, sulle note di  R. Char – “ E’ l’ora che le finestre s’involano dalle case per accendersi in capo al mondo dove il nostro mondo spunterà “.   



Giovanna Vinciguerra per l’estraniamento e il senso di lontananza che contraddistinguono i lavori presentati,  dove da una fotografia a un disegno a matita  si determinano corti circuiti linguistici per l’effetto spostamento, e ulteriore immersione dell’immagine nella patina del tempo, costruisce un sofisticato meccanismo della visione, che apre – “ Agli abbagli che squillano dai vetri. Squadra un riflesso alla tovaglia l’ombra “ ( G. Ungaretti ).  


Profondo e calato nella storia e nella letteratura, il lavoro di Nicola Zappalà, con due lavori acuti e tenebrosi, che aprono a smarrimenti e smottamenti, ferite e perdite nel vasto mare dell’accaduto – “ Cero accanto a cero, barlume a barlume, luce accanto a luce. E, frammezzo, codesto : un occhio spaiato e serrato, orlando di ciglia l’ora tarda che scese senza esser la sera “ – ( P. Celan ).
    

Categories

abisso (1) abitazioni fatisccenti (1) abusi dei media (1) abusivismo (1) abuso sui minori (1) accoglienza (2) acque cristalline (1) Addio al filosofo Aniello Montano voce limpida e possente (1) adriano celentano (1) Agerola (1) Agosto (1) Agosto dei fuochi (1) aids (1) aiuto (2) alberi millenari (1) alchimia (1) alcool (1) ambiente (6) amicizia (1) Angrisano (1) anni sessanta (1) antichi borgi (1) antologica ugo marano al frac (1) Antonio Davide (1) approfondimenti tematici (1) Archeo Club 1989-2009: un ventennio di febbrile attività (1) archiettura (1) Area 24 art gallery (1) arte contemporanea (1) Arte e Ambiente (1) arte e emergenze ambientali (1) ArteCinema 2013 (1) arti visive (2) Artiaco 2014 (1) artisti solitari (1) arturo ianniello (1) Aspettando Obama (2) Augè (1) Autori e lettori dietro le sbarre (1) avanguardie (1) bambini (1) banca (1) Battisti (1) Benoit Conort (1) Big Event alla Reggia di Caserta (1) bohème (1) Boris Pahor: bisogna imparare a rispettare il corpo degli altri (1) brulichio dell'azzuro (1) bruno giordano (1) Buon lavoro Presidente (1) buonabitacolo (1) cagliari come sarno (1) camera oscura (1) campanile sam Michele Arcangelo Saviano gennaio 2018 (1) campi di calcetto (1) Campi Flegrei (1) cani e gatti (1) cani senza nome (1) cantautori (1) carte trasparenti scenari (1) Castel dell'Ovo (2) Castellabate (1) Castello dell'Abate (1) Castello Monastero di Casaluce (1) cecchini (1) Cézanne (1) cicli (1) Cilento (1) cimitero (1) cinema (1) Circoli Artistici (1) Ciro Vitale (1) ciro vitiello (1) Come la passione (1) Compagni di strada (1) Conferenza e Mostra di Arturo Casanova (1) Confini (1) conflitto nei Balcani (1) contaminazioni (1) contestazione (1) contesto storico (2) convegno a Nola (1) convegno su Nitsch (1) corpi violati (1) corpo a corpo (1) Correale (1) costume (1) crisi (1) cronaca nera (1) Crotone (1) cubismo (1) cultura (2) cultura americana (1) Dalla pittura allo schermo (1) dalla terra dei fuochi (1) dalla terra dei fuochi performance museo civico roccarainola (1) De profundis testo Vanacore Summarte Aprile 2018 (1) degrado (1) delitto Avetrana (1) desaparecido (1) design (1) devastazione ambientale (1) Diana D'Ambrosio e Franco Tirelli al Summarte di Somma Vesuviana (1) dimenticati (1) diritti umani (1) Disturb Scafati (1) dittatura (1) dittature (1) diversità (1) divertimento (1) dolore (1) Domenico (1) Domenico Fatigati ad Aversa. Altri Luoghi (1) Domenico Modugno (1) Donne in carne ed ossa (1) Dorfles (1) durata (1) edgar morin (1) editoria (1) Elogio del Cantar Storie di SalvatoreCasaburi (1) emarginazione (1) emergenza ambientale (1) emergenza cagliari (1) Emilio Villa (1) enti di natura (2) Enzo Cucchi (1) Enzo Marino (2) enzo rega (1) Equilibrio Compositivo di Fatigati (1) ercolano (1) ernesto de martino (1) Ernesto Terlizzi (1) eruzioni (1) ESENIN (1) esoterismo (1) esperimento culturale (1) EST MEMORIALE (1) estrazione contadina (1) esule (1) extracomunitari (1) Fabio Donato (1) Falleria La Conchiglia di Torino (1) faro (1) Fatigati (1) Fatigati alla Feltrinelli (1) Favara (1) febbraio 2015 (1) fede cieca (1) ferie (1) Ferro 3 (1) Festa San Michele 2018 (1) Fieramosca (1) film e documentari sull'arte (1) filosofia (1) fiordo (1) Fondazione Morra (1) Forma Artis (1) fosse comune (1) fosse comuni (1) foto ingannevoli (1) fotografia (5) franchismo (1) franco capasso (3) franco capasso poeta in chiarissima luce (1) frontiera (1) fuga (2) funerali (1) futurismo (1) Gaetano Romano (4) Gallo. (1) garcìa lorca (1) genio (1) genius loci (1) gente di rispetto (1) geometrie del vedere (1) Gerolamo Casertano al Pan (1) Gezim Hajdari: il corpo (1) Gibellina (1) Gines Vincente Fernandez (1) Giorgio De Chirico e 36 Artisti Contemporanei a TELAVIV (1) giugno popolare vesuviano (1) GiugnoPopolare Vesuviano (1) Giulio e Danilo De Mitri al FRAC (1) gomorra (1) guerra civile spagnola (1) Hommage au festval Polyphonix (1) i festival multiartistico (1) i giri d'angolo di salvatore violante a san giuseppe vesuviano (1) Iazzetta (1) il coraggio della poesia (2) IL CORPO E L'ANIMA (1) Il Futurismo (1) Il killer silenzioso (1) il laboratorio di Vittorio Avella (2) Ilia Tufano (1) illuminazioni (1) Imagocollettiva di artisti (1) In viaggio con i poeti sulle rotte di Posterità (1) incidente (1) incisioni (1) India 70 (1) infanzia (2) Informazione (9) Ingeborg Bachaman (1) inquinamento (1) installazioni (1) isabella nurigiani (1) joe lansdale (1) killer senza nome (1) Km 1720 (1) Kouros Aversa (1) l'aldilà (1) l'artista e il suo travaglio (1) L'Eleganza Discreta della Tecnica (1) l'elmo (1) L'Inquieta Giovinezza (2) L'occhio dell’ arte (1) L’amara scienza di Luigi Compagnone (1) L’isola che aspetta (1) l’orfano (1) L’uomo essere naturale (1) la barca/piroga e altre storie (1) la belva (1) la donna senza volto (1) La Memoria dell'Oblio (1) La notte volgeva verso l’alba (1) La piovra è ovunque (1) la pittura dopo il postmodernismo (1) la poesia (1) La radicalità dell'avanguardia di Stefano Taccone (1) la solitudine dello scrittore (1) Laboratorio Creativo 1974/1976 (1) lager nazisti (1) lago d'Averno (1) lava (1) lavoro nero (1) le protagoniste femminili (1) legalità (3) Leone d'Oro Venezia 2013 (1) Leopardi e Chopin nei loro rapporti con i genitori (1) Lessio e Fatigati (1) lettera di franco capasso a jean-charles vegliante (1) Letteratura (6) libertà (1) liceo E.Medi di Cicciano (1) Liceo Parmenide (1) liliana borriello (5) lingua di fuoco (1) Longobardo (1) luce e materia (1) luci della memoria (1) Ludovico Corrao (1) Luigi Fontanella (1) Luigi Ghirri (1) Luisa Bossa (1) luoghi (3) mafia (1) Maggio 2005 (1) maggio 2014 palazzo mediceo ottaviano (1) Magnani (1) malattia mentale (1) Maram (1) Maram al-Masri (1) Marcello Cinque (3) Marcianise-Caserta. (1) Maria Zambrano (1) Mario Lanzione al Frac di Baronissi (1) Mario Persico (1) Marte (1) Mathelda Balatresi (1) mediterraneo (1) Metart Maggio 2004 (1) Miche Sovente (1) Michele Mautone (1) mimmo beneventano (1) Mimmo Beneventano vittime di camorra (1) Mine in Fiore (1) minoranze (1) Miriam Makeba (1) missione dell'artista (1) morale (1) mostra a cura di Rosemarie Sansonetti Bisceglie (1) mostra area 24 art gallery napoli (1) mostra Elio Alfano Marigliano (1) mostra Franco Cipriano allo Spazio Zero 11 (1) Mostra l'Officina Calcografica Il Laboratorio di Nola alla Grafica Metelliana (1) mostra Mary Pappalardo Somma Vesuviana (1) mostre arti visive (1) munch (1) museo madre di Napoli (2) Museo Pino Pascali (1) nato a rocca (1) Nato di Vincenzo De Simone (1) natura astratta e informale (1) Natura Reale di Felix Policastro (1) Nel vento solare della luce (1) Nello Mocerino architetto (1) nicola oddati (1) Nola (1) Non ci fu appello (1) Non colpite Selim (1) non-luoghi (1) notti di solstizio (1) Obama (1) occidente (1) oppositori (1) Orestiadi (1) oriente (1) Oriundi Superfici Sotterranee Maria Eudòxia Mellào (1) oscillazioni del gusto (1) ostinazione (1) ottavian art festival (1) Ottaviano (1) Paesaggi (7) paesaggio (1) Pagea Art (1) palafitte (1) palazzo mediceo ottaviano (1) paolo naldi (1) parigi (1) parola (1) Pasolini (1) Pasquale Cappuccio (1) pedofilia (1) Peppe Pappa (1) performace al museo civico roccarainola (1) Pier Paolo Patti e Ciro Vitale al DISTURB Scafati (1) pino daniele (1) pippo del bono (1) piromani (1) pittura (1) poesia (2) poesia contemporanea (1) poeta scomparso (1) poeti (1) Poeti dietro le sbarre (1) Polignano a Mare (1) Politelli (1) presentazione catalogo Carmine Di Ruggiero (1) Prigioniera dei colori (1) Prigionieri dei colori (1) Primavera dell'arte (1) principe di San Severo (1) profondità (1) profondo Sud (1) Progetti Minimi (1) provocazione (1) psiche (1) pubblico e privato (1) pulizia etnica (1) quaderno (1) quadrelle (1) qurantennale de La Roggia (1) radici (1) raffaele cantone (1) raffaele falcone (1) Rauschenberg (1) renato barisani (1) ribellione (1) Riccardo Dalisi (1) ricerca (1) rifiuti (1) rifiuto (1) rigenerazione (1) riscatto (1) risorgere alla vita (1) roberto saviano (3) rom (1) rosa cuccurullo (1) rosanna iossa (1) Rosaria Iazzetta (1) Rosario e Luigi Mazzella in dialogo con le Matres (1) rosarno (1) Rossellini (1) Sacro GRA di Gianfranco Rosi (1) saggistica (1) salento (1) salvaguardia (1) Salvatore Violante (1) Sang e anema (1) sara pistilli (1) Sassi di Matera (1) scavi archeologici (1) Scheletri di Ugo Cordasco (1) sciagura abruzzo (1) scomparsa Angelo Vassallo (1) Scomparsa Camillo Capolongo (1) Scritti d'Arte (14) Scritti di Prisco De Vivo (3) scultura contemporanea (1) scuole (1) secondo appuntamento con il Futurismo a Nola (1) Semi Terrena (1) sfruttamento (3) SIANI REPORTAGE PRIZE 2013 (1) sisma abruzzo (2) sociale (1) sogno (1) solidarietà (2) Solo per giustizia (2) Sotto gli occhi di tutti (1) sperimentazione (1) Sperimentazione Plastiche (1) Sperimentazione Plastiche e Resine (1) Sperimentazione Resine (1) spoliazione (1) stagioni (1) storia e internazionalità. al Tamarin Business Center (1) storie di artisti (1) storie di donne e d ribellione (1) strage (1) Suketu Mehta (1) Summarte (1) Sussurriegrida (1) Sylvia Plath (1) Taide (1) teatro (1) teatro popolare campano e meridionale (1) Telemachos Pateris : Il Labirinto della Memoria (1) Terlizzi in mostra a Matera (1) Terra de Fuochi (1) terra del rimorso (1) terra madre (1) terremoto abruzzo (3) territorio (1) testo critico (1) Togliere il nome alle cose (1) transitory (1) Tuba (1) turismo (1) Tutto il mio folle amore (1) ulivo (1) Un legittimo pensiero (1) un poeta in viaggio (1) Un volto e un nome (1) unacoppiadi artisti in viaggio (1) unicità dello stile (1) Vallo della Lucania (1) veggente dell'arte (1) Venturo (1) viaggio (1) villaggio (1) vIncenzo de simone (1) vini (1) violenza (1) visi parlanti (1) Vittorio Avella (1) voci dal carcere (1) Voci dalla terra vesuviana (1) Volti di donna nella vita di G. Leopardi e F. Chopin (1) vulcano (1) Witkin (1) world social summit (1) XIII Edizione Land Art Campi Flegrei (1) xxi edizione festa del merlo maschio di Saviano (1)